Le TAPPE

9. Joppolo Giancaxio > Agrigento

Vote: 4.2
Lunghezza percorso: 13,2 km
Elevazione massima: 322 m
Elevazione minima: 105 m
Difficoltà: Media
Apri il sentiero sulla APP e fatti guidare nel percorso oppure scarica il file KML
TUTTI
Luoghi di culto
Ricettività
Ristorazione
Servizi
altitudine

Descrizione della tappa

Percorso tratta: 55% sterrato 45% asfalto
Pendenza massima:
22,7%

Tappa finale che si diparte dal piccolo centro agricolo di Joppolo Giancaxio,1230 abitanti, che sui documenti storici appare fondato sul finire del XVII sec., con licenza populandi, il procedimento di legge per poter costituire dei nuovi centri urbani, dal barone Calogero Gabriele Colonna, Duca di Cesarò, sui feudi di Realturco e Giancaxio. Di sicuro i casali su cui viene costituito ricordano nel nome  l’origine araba: Rahal, villaggio-casale; jan + qasr, castello di Jan. Autonomo dal 1927, fu coinvolto nelle vicende per l’autonomia della terra per i contadini siciliani che rivendicarono strenuamente la terra anche senza poterla ottenere.

Dal paese dell’agrigentino la via procede in direzione sud/sud-est in modo abbastanza lineare, tra campi coltivati e terreni agricoli fino alla SS118 che porta all’ingresso di Agrigento e mostra la Rocca della città in cima al colle. Il profumo del mare comincia a riempire l’aria e l’ultima salita, nel parco urbano della Cattedrale, porta in via Duomo, dove la Cattedra di San Gerlando e San Giacomo protegge e sorveglia la città sin dall’arrivo dei Conti Normanni. Il diploma di fondazione della Diocesi affida nelle mani del cluniacense Gerlando una nuova realtà cristiana. Con la vista del mar Mediterraneo e delle lunghe spiagge pirandelliane ed un imprescindibile visita della Cattedrale e del suo torrione, come alla Valle dei Templi – Bene UNESCO si conclude il percorso della Magna Via Francigena, 180 km tra storia e natura in compagnia dei propri passi.

Galleria Immagini