Indicazioni...

Lungo tutta la Magna Via Francigena è possibile pernottare in diverse tipologie di strutture. Tutti i contatti che trovi su questo foglio sono frutto della disponibilità dei nostri volontari e della capacità di piccoli imprenditori e proprietari di attività a mettersi in gioco in un progetto che parte totalmente dal basso. Non ci sono percentuali che IL PROGETTO riceve dagli alloggi concordati, ma solo la promessa che se il prezzo rimane “pellegrino” o calmierato, noi sponsorizzeremo e consiglieremo questa struttura.

NOTA BENE: ogni struttura va contattata per tempo, almeno 4-5 gg in anticipo, e ne va richiesta la disponibilità precisando sempre che si sta percorrendo la “Magna Via Francigena”.

Buona strada, buon cammino, buoni passi.

 


“I testi seguenti sono ripresi dal portale viefrancigene.com/laccoglienza”

Cosa si intende per accoglienza pellegrina?

Si tratta di strutture e locali messi a disposizione da istituzioni, da enti pubblici, privati e religiosi ai pellegrini muniti di regolare CREDENZIALE.

In Italia gli ostelli per pellegrini, non essendo ancora previsti dalle normative regionali sul Turismo, non seguono uno standard preciso di accoglienza e accessibilità. Si può quindi essere ospitati in locali semplici, ma puliti e accoglienti, come anche in strutture inadatte e poco curate, in base alla sensibilità e alle disponibilità di coloro che ospitano.

In genere vengono messe a disposizione stanze con letti a castello o materassi a terra; servizi con doccia e acqua calda, luoghi per lavare e stendere i vestiti e qualche volta anche la cucina. Il contributo richiesto per poter pernottare va dalla libera offerta ai 20 euro.

Libera OFFERTA non vuol dire gratis, ma e’ un invito a contribuire alle spese di gestione dei locali con quello che si puo’ in base alla disponibilita’ economica di ognuno. Si consiglia un’offerta di almeno 5 euro per il solo pernottamento. Se vengono offerte anche colazione e cena vi invitiamo a considerare di offrire ben di piu’, immaginando la spesa che tali servizi, seppur offerti con il Cuore, comportano.

Spesso le accoglienze pellegrine sono gestite dai parroci o da volontari.

In ITALIA esistono due grandi e volenterosi gruppi di Ospitalieri Volontari che con passione si dedicano al servizio di accoglienza al pellegrino presso alcuni Ostelli:

  • gli HOSVOL ITALIA, legati al gruppo spagnolo degli Hospitaleros del Cammino di Santiago
  • gli Ospitalieri della Confraternita di San Jacopo di Perugia che gestiscono le accoglienze di Nicorvo, Abbadia Isola, Radicofani e Roma lungo la Via Francigena, oltre a quelle di Assisi sui Cammini Francescani e di San Nicollas, lungo il Camino Frances

Il pellegrino non pretende. Il pellegrino accetta, ringraziando

In Italia nessuno è obbligato per legge, almeno per ora, ad ospitare un pellegrino nella propria casa. Chi ci ospita è perchè nel Cuore si sente di farlo. E noi possiamo solo essere riconoscenti. Invitiamo quindi a comportarsi secondo i “valori pellegrini” dando di seguito alcuni suggerimenti per una buona convivenza con gli altri presenti e con chi ci ospita:

  • rispetta il riposo degli altri e i momenti di silenzio
  • lascia sempre pulito e in ordine, anche se non sei stato tu a sporcare
  • osserva le regole degli ostelli senza lamentarti e rispetta il lavoro degli ospitalieri
  • mantieni puliti docce e servizi igienici e non occuparli per troppo tempo
  • se sono previste cene comunitarie contribuisci alla preparazione e/o alla pulizia dopo la cena
  • firma, se presente, il libro del pellegrino e lascia un commento sull’accoglienza ricevuta ed eventualmente dei consigli
  • lascia, se puoi, un’offerta anche quando non richiesta. In questo modo favorirai il miglioramento dell’ospitalità e dei servizi.
  • saluta sempre con un sorriso e non dimenticare di ringraziare